Performance di fine anno della Scuola Improvvisart sabato 27 e domenica 28 giugno alla Masseria Ospitale 

Spettacoli fine anno allievi della Scuola Improvvisart di Lecce
Sabato 27 e domenica 28 giugno - Ore 20:30
Masseria Ospitale, S.P. 131 Per T.rre Chianca Km. 4, 5 Loc. 
Ingresso € 6,00. Evento con massimo 70 posti a sedere. Disponibilità fino ad esaurimento posti. Info e prenotazione obbligatoria al 328.7686080. 

Sabato 27 e domenica 28 giugno a partire dalle ore 20:30, presso la Masseria Ospitale, arrivano gli spettacoli di fine anno degli allievi della Scuola Improvvisart di Lecce.
Finiti i corsi 2019/2020 della Scuola Nazionale di Improvvisazione Teatrale di Lecce, gli allievi si accingono a salire sul palco per un grande evento tra teatro, festa e divertimento, in totale sicurezza e nel rispetto della normativa vigente. La Masseria Ospitale accoglierà gli allievi dei primi, secondi e terzo anno e gli attori del gruppo Junior che si esibiranno senza copione, senza scenografia, senza costumi, presentati e coadiuvati da Paolo Paticchio, Fabio Musci ed Elena Selleri della Scuola di Lecce. L’evento rappresenta un’occasione di condivisione del lavoro svolto durante tutto l'anno e, soprattutto, un momento che permette agli allievi e agli attori di sperimentarsi sul palco, senza perdere mai di vista l’obiettivo: divertirsi. Il pubblico, sorpreso e deliziato, avrà il compito di assegnare i temi delle performances, gli stili e tutti gli input che verranno di volta in volta richiesti. Perché gli allievi saranno così malleabili da trasformare gli input in vere e proprie performance.
La Scuola Nazionale di Improvvisazione Teatrale si sviluppa in un corso triennale, con l’obiettivo finale di fornire gli strumenti che rendano l’allievo/attore più consapevole della propria presenza scenica, delle proprie scelte e delle proprie emozioni, e di formare attori improvvisatori che siano in grado di partecipare a spettacoli ed eventi basati sull’Improvvisazione Teatrale.
Durante l’evento sarà attivo il servizio di Merenderia messo a disposizione da Masseria Ospitale.
Il numero dei posti a sedere è limitato a 70 e la disponibilità sarà fino ad esaurimento posti. Al momento della prenotazione è richiesto di indicare il numero di persone, il nome, cognome e numero di telefono di ognuna di esse per la compilazione del registro delle presenze e se congiunti, al fine di prevedere la disposizione della platea. E’ consentito pagare esclusivamente in contanti e per facilitare le operazioni di ingresso consigliamo al pubblico di avere l’importo esatto del costo del biglietto. E’ richiesto l’accesso obbligatoriamente con mascherina (che verrà utilizzata negli spazi comuni e potrà essere tolta una volta accomodati) e verranno messi a disposizione i vari dispositivi per la sanificazione delle mani. All’arrivo, il pubblico sarà accompagnato ai propri posti a sedere, sistemati in anticipo secondo le norme di distanziamento sociale in vigore.

Condividi

"Un viaggio nel tempo", visita teatralizzata per l'inaugurazione de La Fabbrica delle parole presso Convitto Palmieri sabato 20 giugno 2020 

Un viaggio nel tempo – visita teatralizzata a “La fabbrica delle parole”, percorso permanente sull’arte della stampa alle 18 e alle 21 i Radiodervish in concerto con l’orchestra sinfonica Oles
Sabato 20 Giugno – ore 18 presso il Convitto Palmieri. Gli ingressi al museo e la partecipazione al concerto il 20 giugno saranno garantiti a un numero massimo di 51 persone; per prenotarsi telefonare al numero 0832.37.35.76 – ore ufficio, oppure scrivere un messaggio WhatsApp allo stesso numero. 

Sabato 20 giugno Improvvisart guiderà i visitatori in una speciale visita teatralizzata interattiva de “La Fabbrica delle parole”: un'esperienza unica, tra antichi macchinari e oggetti, con i personaggi di una volta che prenderanno vita davanti agli occhi di tutti. Gli attori porteranno alla luce il periodo storico nel Salento che accompagnerà il pubblico dalla prima iscrizione messapica all’arrivo della stampa sul nostro territorio, dalla nascita dell’azienda Martano fino agli anni '70; i presenti incontreranno intellettuali, giornalisti, operai che, in abiti d'epoca, condurranno alla scoperta del luogo, delle sue storie, dei suoi aneddoti e del territorio. Sarà l'occasione giusta per vedere dal vivo il “torchio a stella”, i vari modelli di “pedaline” per la stampa veloce compreso il modello di “Totò”, le macchine da stampa “piano – cilindriche” dei primi del Novecento e la famosa Linotype. Un modo interattivo e moderno di conoscere la storia, una visita/spettacolo adatta a tutte le età che farà conoscere in maniera diretta ed efficace la storia del Salento, un luogo dove, seguendo il filo nero dell’inchiostro, si potrà respirare aria di cultura e rivivere i tempi passati. Fabbrica delle parole, ovvero una fabbrica di confronti e incontri; fabbrica di pensieri da partecipare e di letture; fabbrica di sguardi e stupori, di riviste e di intellettuali militanti che hanno realizzato “fogli di poesia”; fabbrica di libri, di storie e di futuro che riguardano tante comunità: si configura così questo percorso permanente sull’arte della stampa, che in realtà è un lungo viaggio in cui narrazioni e storie si intrecciano in un itinerario visivo che incontra macchine tipografiche e computer degli albori, caratteri tipografici e altri strumenti che segnano l’evoluzione della tipografia. Ma è anche un luogo vivo, un laboratorio, in cui esperienza e idee si uniscono grazie ad attività didattiche.  
Interventi in programma per l’inaugurazione:  
Loredana Capone, assessore all’industria turistica e culturale, Regione Puglia
Stefano Minerva, presidente della Provincia di Lecce
Carlo Salvemini, sindaco di Lecce 
Simona Manca, componente comitato gestione polo Biblio-museale di Lecce
Maria Piccarreta, soprintendente archeologia belle arti e paesaggio per le province di Brindisi, Lecce  e Taranto
Annalisa Rossi, soprintendente archivistica e bibliografica della Puglia
Fabio Pollice, Rettore dell’Università del Salento
Claudio Scamardella, direttore Nuovo Quotidiano di Puglia
Raffaele Lorusso, Segretario Federazione Nazionale della Stampa 
Coordina: Marcello Favale, giornalista  
E per l’occasione dalle 21 (su prenotazione) i suoni del Mediterraneo incontrano la musica classica: i Radiodervish in concerto con l’orchestra sinfonica Oles.
Presentazione e concerto saranno fruibili on line sulla pagina Facebook della Biblioteca Bernardini e La Fabbrica delle parole sarà poi visitabile ogni giorno dalle 8.30 alle 22, per consentire anche a chi frequenterà il centro storico della città in orari serali di potersi immergere in un percorso sorprendente.

Condividi

#altrevisioni, incontro web in diretta facebook sabato 2 maggio alle 19 

Incontro online #altrevisioni
Sabato 2 maggio 2020 – ore 19:00
In diretta sulla pagina facebook.com/improvvisart
www.improvvisart.com

Improvvisart presenta l’incontro “#altrevisioni”, un evento pubblico in streaming sul tema della formazione di ieri, oggi e domani nelle scuole, nelle università e negli enti di formazione. L’appuntamento è per Sabato 2 maggio, dalle ore 19:00 in diretta sulla pagina facebook.com/improvvisart

#altrevisioni nasce da un’idea di Improvvisart ed è un’occasione aperta a tutti per incontrarsi via web, in una piccola tavola rotonda interattiva con 4 esperti che si confronteranno sul tema della formazione, che in questo periodo come non mai è in rapida evoluzione. Interverranno la dott.ssa Elisabetta Salvati, direttrice di Aforisma Business School; il prof. Giovanni Bianco, Coordinatore didattico di Master Europei per conto dell’Università degli Studi di Bari; il prof Ezio Del Gottardo, pedagigista, esperto di didattica a distanza, prof. Associato dell’università di Foggia; Fabio Musci, Direttore e formatore di Improvvisart.
Sarà un incontro “visionario”, cioè sulla visione che gli esperti invitati e il pubblico, che potrà partecipare via web commentando la diretta, hanno di ciò che sta accadendo in relazione al tema della formazione dato che al momento tutto il settore si è dovuto trasferire sul web e sul virtuale. Come immaginiamo il futuro della formazione e l’impatto che ciò che sta accadendo sta avendo oggi, tra qualche mese, tra un anno, tra dieci anni sul settore della formazione? Che rapporto sta creando in questi giorni e si consoliderà in futuro tra scuole/docenti/studenti? In un momento così complesso da interpretare, in cui la formazione in loco è sospesa in tutta Italia, coloro che si occupano di formazione (dalla scuola pubblica all’università, dai corsi di formazione ai master, dalle scuole di teatro a tutti i corsi privati) hanno dovuto spostare rapidamente i propri incontri sul web: qual è la visione della formazione nel presente e nel futuro, tra difficoltà inedite e nuove opportunità?

Condividi

E-book gratuito del libro “Improvvisazione Teatrale – Dall'atto creativo al ritmo”

A cinque anni esatti dall'uscita in libreria e data l’emergenza in cui ci troviamo, abbiamo deciso di fare un regalo a tutti gli allievi, gli attori e gli spettatori di tutta Italia: da oggi è disponibile in download gratuito il libro ideato e curato da Improvvisart per Edizioni Ergot “Improvvisazione Teatrale – Dall'atto creativo al ritmo”. In un periodo in cui siamo costretti a casa e le compagnie e i teatri sono fermi, il tempo per la riflessione e lo studio della teoria diventa nuova linfa che ci farà tornare a calcare i palcoscenici ancora più ispirati. Il libro “Improvvisazione Teatrale – Dall'atto creativo al ritmo”, prima pubblicazione a cura di autori italiani sul tema, nasce da un’idea di Fabio Musci e Alessandra Villa, realizzata da Improvvvisart e pubblicata da Ergot Editore, ed è un testo dedicato al mondo dell'improvvisazione teatrale, primo volume della collana “I colori dell'Improvvisazione”, scritto grazie al contributo di cinque tra i migliori docenti italiani: Mari Rinaldi (Teatribù - Milano), Luca Gnerucci (Teatro a Molla – Bologna), Daniele Marcori (Qfc Teatro – Roma), Tiziano Storti (Appiccicaticci - Roma) e Susanna Cantelmo (Verba Volant – Roma). Questo volume va dritto al “cuore” dell'improvvisazione teatrale: l'atto creativo, l'ambiente, i personaggi, le relazioni e il ritmo di una storia improvvisata. La collana - nata nel 2015 dalla sinergia tra la Cooperativa Improvvisart di Lecce e le Edizioni Ergot (casa editrice di Lecce con un background decennale nel campo dell'editoria e dell'organizzazione di eventi) - intende offrire testimonianza e dare merito al percorso di crescita e maturazione del concetto moderno di Improvvisazione Teatrale in Italia. L'improvvisazione oggi è in fermento, in continua evoluzione, in crescita. Eccone una testimonianza a cinque anni dalla pubblicazione più attuale che mai.
Link per scaricare: https://www.ergot.it/prodotto/improvvisazione-teatrale-dallatto-creativo-al-ritmo/
 

Condividi

Scarica l'e-book

Annullamento attività 

Ciao a tutti, a causa dell'attuale situazione sanitaria e a seguito del decreto approvato dal Governo per salvaguardare la salute pubblica, vi comunichiamo che abbiamo sospeso tutte le attività di Improvvisart. Seguiamo di giorno in giorno gli aggiornamenti e ci prepariamo, come tutta l'Italia e come tutto il settore teatrale e dello spettacolo, ad affrontare un periodo nuovo ed incerto, ma fiduciosi che presto si potrà tornare alla normalità.
Nel frattempo anche noi #restiamoacasa. 

"Impro Full Monty" domenica 8 marzo alle Manifatture Knos a Lecce

Impro Full Monty – spettacolo di Improvvisazione Teatrale
Domenica 8 marzo – ore 21:00
Manifatture Knos, via Vecchia Frigole - Lecce
Posto unico, ingresso € 10,00. Ridotti per universitari.
Per info e prenotazioni 328.7686080 - www.improvvisart.com 

Parte la decima edizione di “Improvviva! Rassegna Nazionale di Improvvisazione Teatrale”, organizzata da Improvvisart. Dopo il grande successo ottenuto nelle precedenti stagioni, in esclusiva per la Puglia, andranno in scena, da febbraio a maggio 2020, gli show più famosi e divertenti dell'Improvvisazione Teatrale, rigorosamente senza copione, scenografie e costumi. Domenica 8 marzo il secondo appuntamento della rassegna presso Manifatture Knos: “Impro Full Monty”, spettacolo di Improvvisazione Teatrale fresco e divertente, ironico e ammiccante, in cui a farla da padrone saranno l’allegria e la comicità. Sul palco due ospiti d'eccezione: Gianluca Budini, della Scuola Teatro Terra di Nessuno di Ancona e Andrea Campelli di ImproJungle di Bologna, che si esibiranno con gli Attori Paolo Paticchio e Fabio Musci della Scuola Nazionale di Improvvisazione Teatrale di Lecce senza copione, scenografie e costumi, dando vita ad uno spettacolo unico e irripetibile.
Il teatro italiano è da tempo in crisi e in questo scenario di precarietà, quattro attori decidono di escogitare un modo originale per arrivare al guadagno facile: visto l’imminente arrivo dell’8 marzo e il crescente successo di pubblico degli strip maschili, gli attori decidono di dare vita a uno spettacolo inedito e ironico, che coniuga Improvvisazione Teatrale e spogliarello.
Quando il sistema economico mette in mutande il popolo, non resta che togliere pure quelle per fare un po' di soldi. E così gli attori si mettono a nudo per sopperire alla crisi sociale e a quella esistenziale con la propria arte: alle inquietudini del disimpiego e ai problemi personali con figli, mogli, madri e con il proprio corpo, si somma la recessione del ruolo del maschio nella società moderna e la crescente popolarità degli spogliarelli per l’8 marzo diventa l’occasione per lanciare crisi e disperazione verso le altezze del teatro brillante.
Il gioco di Impro Full Monty è proprio questo: passare dal teatro di improvvisazione allo strip ammiccante, dalla miseria alla vivacità, dalla crisi sociale al gaudio popolare. D'altronde, è difficile puntare il dito contro una banda di uomini in mutande.
Al termine della serata, una parte dell’incasso sarà devoluto in beneficienza.
Attori: Gianluca Budini (Ancona), Andrea Campelli (Bologna), Paolo Paticchio (Lecce), Fabio Musci (Lecce).
Musiche: Michele Lecci (Lecce)
Audio e luci: Andrea Gaudino Ams Spettacoli
Improvvisart e Adisu Puglia danno la possibilità agli universitari di partecipare allo spettacolo a prezzi agevolati. Presentando un documento universitario al botteghino la sera dello spettacolo, il biglietto costa solo 6€! I biglietti scontati saranno disponibili per tutte le date della rassegna.
La rassegna Improvviva! è organizzata da Improvvisart in collaborazione con l'Associazione Nazionale di Improvvisazione Teatrale “Improteatro”. Ha il sostegno di ADISU Puglia.

Condividi

Imprò Improvvisart vs Rishow venerdì 28 febbraio al Museo Castromediano di Lecce

Imprò Improvvisart vs Rishow – spettacolo di Improvvisazione Teatrale
Venerdì 28 febbraio – ore 21:00
Auditorium Museo Castromediano
Posto unico, ingresso € 12,00. Sconti per universitari.
Per info e prenotazioni 328.7686080 - www.improvvisart.com

Parte la decima edizione di “Improvviva! Rassegna Nazionale di Improvvisazione Teatrale”, organizzata da Improvvisart. Dopo il grande successo ottenuto nelle precedenti stagioni, in esclusiva per la Puglia, andranno in scena, da febbraio a maggio 2020, gli show più famosi e divertenti dell'Improvvisazione Teatrale, rigorosamente senza copione, scenografie e costumi. Venerdì 28 febbraio, ad inaugurare la rassegna, andrà in scena “Imprò”, la celebre sfida spettacolo, format di Improvvisazione Teatrale più amato in Italia, in cui gli attori si sfideranno a colpi di game e risate, dando vita ad uno spettacolo unico e irripetibile.
Per il primo appuntamento della rassegna, la squadra leccese di Improvvisart ospiterà la squadra di Rishow, compagnia di Improvvisazione Teatrale proveniente da Fermo, nelle Marche.
Imprò ha una cornice fresca e dinamica, un notaio puntiglioso, un brillante presentatore e massima interazione con il pubblico. E’ uno spettacolo intenso e sorprendente, uno show frizzante e divertente, unico ed irripetibile, un vero concentrato di energia. Dopo aver chiesto al pubblico i titoli delle storie da mettere in scena, i luoghi in cui ambientarli o addirittura i personaggi che saranno i protagonisti, le due agguerrite squadre si sfideranno a suon di risate per accaparrarsi il favore del pubblico, che al termine di ogni game esprimerà il proprio voto. Gli attori improvviseranno su temi, generi teatrali, categorie letterarie e cinematografiche, alternando momenti di risate e divertimento ad attimi di pura poesia. Sul palco si prenderà spunto dall’attualità, dalla televisione, dal teatro per creare storie magiche, divertenti, poetiche, esilaranti, surreali. Si potrà chiedere ai giocAttori di improvvisare in rima, senza l’uso delle parole, alla maniera di Shakespeare, Pirandello, Tarantino, Tinto Brass, in stile western, giapponese, e tanto altro ancora.
Squadra Rishow: Fulvio Rollo, Candy Castellucci, Michele Gallucci
Squadra Improvvisart: Francesco Mauro, Elena Selleri, Paolo Paticchio
Notaio: Marta Trevisi (Lecce)
Presentatore: Fabio Musci (Lecce)
Musiche: Bruno Impro (Lecce)
Audio e luci: Andrea Gaudino Ams Spettacoli

Gli spettacoli saranno preceduti, 60 minuti prima dell’inizio, da visite guidate gratuite alla collezione archeologica del museo (per gruppi di almeno 10 persone, su prenotazione, telefonando al numero 338 4811133 entro le ore 12 del giorno precedente a ogni singolo appuntamento).
La rassegna Improvviva! è organizzata da Improvvisart in collaborazione con l'Associazione Nazionale di Improvvisazione Teatrale “Improteatro”. Ha il sostegno di ADISU Puglia.

Condividi