Iscriviti alla newsletter | english     

"Harold. Da una parola infiniti mondi", spettacolo di Improvvisazione Teatrale sabato 3 marzo alla Ergot a Lecce 

 

“Harold. Da una parola infiniti mondi” – Spettacolo di Improvvisazione Teatrale

Sabato 3 marzo – ore 21:00

Officine Culturali Ergot – p.tta Falconieri 1/b, Lecce.

Ingresso € 6,00. Info e prenotazioni al 328.7686080.

www.improvvisart.com

 

Improvvisart presenta “Harold”, spettacolo di Improvvisazione Teatrale con Susanna Cantelmo, attrice e formatrice di Verba Volant Roma e gli attori della Compagnia Improvvisart.

Sabato 3 marzo le Officine Culturali Ergot ospiteranno lo storico spettacolo di Improvvisazione Teatrale “Harold. Da una parola infiniti mondi”, un atto unico portato in scena senza testo, scenografia, costumi. Harold è magia. E’ lo spettacolo di Improvvisazione Teatrale allo stato puro che nasce dalla sensibilità degli attori in scena guidati esclusivamente dal proprio istinto. Uno spettacolo di un’ora che sa stupire ed emozionare e nasce da una sola parola, assegnata dal pubblico. Storie, monologhi, infiniti mondi che prenderanno forma seguendo il filo sottile dei diversi significati del tema scelto dagli spettatori. Un’atmosfera suggestiva, che alterna momenti giocosi ad attimi di pura poesia. Harold è uno storico format nato in USA, sviluppato da Del Close e Charna Halpern, due tra i padri fondatori dell’improvvisazione moderna. Harold è diventato la firma dei più grossi teatri di improvvisazione americani del Chicago iO Theater e del Upright Citizens Brigade Theatre di New York e Los Angeles. Nel cast un’ospite d'eccezione: l’attrice e formatrice Susanna Cantelmo da Verba Volant Roma che improvviserà con la compagnia Improvvisart.


 

"Imprò All Stars": riparte la stagione di Improvvisazione Teatrale al Teatro Paisiello di Lecce 

 

“Imprò All Stars: la sfida spettacolo” – spettacolo di Improvvisazione Teatrale

Sabato 24 febbraio - ore 21:00
Teatro Paisiello – Lecce

Costo biglietti: platea € 10,00 - palchi € 8,00. Prevendite c/o Castello Carlo V via XXV Luglio

Tel. 0832.246517. Aperto tutti i giorni dalle 9,30 alle 13,00 e dalle 16,30 alle 20,00.

Riduzioni per Universitari. Info: 347.8502529 - 328.7686080

www.improvvisart.com

 

 

Al via l’ottava edizione di “Improvviva! Rassegna Nazionale di Improvvisazione Teatrale”, organizzata da Improvvisart. Dopo il grande successo ottenuto nelle precedenti stagioni al Teatro Paisiello di Lecce, in esclusiva per la Puglia, andranno in scena, da febbraio a maggio 2018, gli show più famosi e divertenti dell'Improvvisazione Teatrale, rigorosamente senza copione, scenografie e costumi! Il calendario della stagione prevede quattro imperdibili appuntamenti con la massima interazione con il pubblico e divertimento assicurato.

Sabato 24 febbraio, ad inaugurare la rassegna, andrà in scena “Imprò All Stars, la celebre sfida – spettacolo”, una gara tra due squadre di attori provenienti da tutta Italia che si sfideranno a colpi di improvvisazione, il format più frizzante e divertente dell’Improvvisazione Teatrale, giocato dai migliori attori italiani che si riuniranno al Teatro Paisiello per dare vita a storie magiche, divertenti, poetiche, esilaranti e rigorosamente senza copione. Imprò ha una cornice fresca e dinamica, un notaio puntiglioso, un brillante presentatore e massima interazione con il pubblico. E’ uno spettacolo intenso e sorprendente, unico ed irripetibile, un vero concentrato di energia. Una propria e vera festa dell’Improvvisazione. Dopo aver chiesto al pubblico i titoli delle storie da mettere in scena, i luoghi in cui ambientarli o addirittura i personaggi che saranno i protagonisti, due agguerrite squadre di improvvisatori si sfideranno sul palco a suon di risate per accaparrarsi il favore del pubblico, che al termine di ogni game esprimerà il proprio voto. Gli attori improvviseranno su temi, generi teatrali, categorie letterarie e cinematografiche, alternando momenti di risate e divertimento ad attimi di pura poesia. Saranno accompagnati dalle musiche improvvisate del Maestro Marco Rollo. 

Presente sul palco un puntiglioso notaio che aggiungerà limitazioni e difficoltà alle squadre, deciderà la tipologia dell’improvvisazione e decreterà penalità o bonus. Sul palco si prenderà spunto dall’attualità, dalla televisione, dal teatro, si potrà chiedere ai giocAttori di improvvisare in rima, senza l’uso delle parole, alla maniera di Shakespeare, Pirandello, Tarantino, Tinto Brass, in stile western, giapponese, e tanto altro ancora.

La rassegna Improvviva! è organizzata da Improvvisart in collaborazione con l'Associazione Nazionale di Improvvisazione Teatrale “Improteatro”. Ha il sostegno del Comune di Lecce Assessorato alla Cultura, Turismo e Spettacolo e di ADISU Puglia.

Cena con Delitto "Una questione di cuore" il 14 febbraio all'Albergo 2 Mari di S. M. di Leuca

 

Cena con Delitto “Una questione di cuore”

mercoledì 14 febbraio - ore 20:30

Hotel Due Mari, via Quinto Ennio 100 - Santa Maria di Leuca

Cena a menu fisso spettacolo € 30,00.

Prenotazione obbligatoria allo 366.7301810 – 340.6455269. Evento con posti limitati.

 

Mercoledì 14 febbraio Improvvisart e Hotel Due Mari vi invitano ad una serata intrigante e misteriosa, unica nel suo genere: la Cena con Delitto “Una questione di cuore”. Denaro, ambizione, amore sono i tre cardini su cui si sviluppa la storia dei protagonisti, all’apparenza felici, ma che nascondono qualche piccolo segreto. D’altronde, chi non ne ha?

Cena con Delitto è un format-spettacolo che si svolge completamente davanti agli occhi degli invitati: gli attori di Improvvisart si uniranno ai clienti, mischiandosi al personale addetto al servizio o alla cucina o addirittura fingendo di essere i proprietari del locale. All'inizio della serata tutto sembra normale fino a quando un terribile omicidio avviene proprio davanti a tutti i commensali, lasciandoli senza fiato. Da quel momento, ogni tavolo diventerà un'equipe di investigatori che dovrà risolvere il misterioso caso tra una portata e l'altra. Enigmi, menzogne, misteri, doppi giochi, tradimenti e colpi di scena: in una Cena con Delitto nulla è davvero come sembra.  

Cena con Delitto è una maniera divertente per passare insieme la serata più romantica dell’anno.

 

Menu della serata:

Antipasto all’italiana con burratina

Cuoricini ripieni con radicchio e speck

Tagliata di manzo con grana, rucola e anelli di cipolla croccanti

Patatine fritte ed insalata

Bevande incluse

 

Cena con Delitto è un format di ImprovvisArt. Copioni originali a cura di Pino Belgioioso


 

"L'Ultima Notte", spettacolo di Improvvisazione Teatrale domenica 4 febbraio alla Ergot a Lecce 

 

“L’ultima notte” – Spettacolo di Improvvisazione Teatrale

domenica 4 febbraio – ore 20:30

Officine Culturali Ergot – p.tta Falconieri 1/b, Lecce.

Ingresso € 6,00. Info e prenotazioni al 328.7686080.

www.improvvisart.com

 

“L’ultima notte” – spettacolo di Improvvisazione Teatrale a Lecce

Improvvisart presenta “L’ultima notte”, spettacolo di Improvvisazione Teatrale con Giorgio Rosa, attore e formatore di QFC Roma e gli attori della Compagnia Improvvisart di Lecce.

Domenica 4 febbraio le Officine Culturali Ergot ospiteranno un nuovo appuntamento con l’Improvvisazione Teatrale, portato in scena senza testo né scenografia.

Una scheda dati di un (apparentemente) ignaro spettatore fornisce gli elementi utili agli improvvisatori per tessere la trama di una storia ammantata di mistero; una storia senza soluzione. L’ultima notte del protagonista viene raccontata attraverso i ricordi di chi lo conosceva, di chi non avrebbe mai potuto immaginare un epilogo drammatico. Un’analisi minuziosa dei fatti di cronaca narrati attraverso flashback, interviste, ricostruzioni. Ispirato ai romanzi giornalistici di Carlo Lucarelli e sviluppato con la brillantezza tipica del teatro d’improvvisazione, lo spettacolo non delude gli appassionati delle produzioni d’inchiesta e mantiene tutti sul filo della suspense. Cosa accadrà al protagonista nella sua Ultima Notte? 


 

Treno della Memoria: in 1200 dalla Puglia. Prende il via la 14° edizione del progetto che ha coinvolto, negli anni, oltre 35 mila partecipanti

 

Da 14 anni il Treno della Memoria si conferma come uno dei progetti più importanti al mondo sul tema della memoria della Shoah, lavorando con oltre 14 regioni, 20 province e 100 comuni per portare quasi 35.000 persone – spesso ragazzi e ragazze –  provenienti da diverse regioni d'Italia a visitare i campi di Auschwitz e Birkenau. 

Il Treno della Memoria, promosso dall’omonima associazione nazionale impegnata nel sostegno ai percorsi di cittadinanza attiva e nella difesa della dignità e i diritti delle persone, non è un semplice viaggio o una gita scolastica ma è un pellegrinaggio laico, uno spazio di conoscenza, un viaggio nella storia e nella memoria attraverso un percorso educativo che comincia a novembre e si conclude in primavera e riassumibile in tre parole chiave: Storia, Memoria e Impegno.  

Il progetto infatti coniuga attività di svago con testimonianze dirette della storia, incontri e laboratori verso la finalità, chiara e condivisa con i partecipanti, di formare nuovi cittadini attivi nel costruire la realtà che li circonda. Il progetto nasce dalla convinzione che la costruzione di una cittadinanza attiva e consapevole non possa prescindere dalla conoscenza della Storia e della Memoria dei momenti che hanno cambiato il volto dell’Europa e dall’ascolto delle Testimonianze dei protagonisti di questi cambiamenti. 

Dal 2015, nella consapevolezza dell’importanza di mantenere viva la memoria di quanto accaduto e di quanto sia necessario costruire un’Europa fondata sulle sue ceneri, il progetto è stato ampliato con l’introduzione di alcune tappe di avvicinamento che arricchiscono il senso di pellegrinaggio laico del Treno della Memoria abbracciando metaforicamente tutta l’Europa. I partecipanti provenienti da tutta Italia, divisi in gruppi, potranno scoprire e vivere in prima persona luoghi simbolo e momenti fondanti del “secolo breve” per contestualizzare e comprendere meglio il ventennio totalitarista, la guerra e la Shoah. Saranno molti i temi affrontati durante le varie tappe:ad esempio la propaganda e  lo “spazio vitale” affrontati nella visite a Praga, Terezìn e Lidìce o il tema dei “giusti” e dello sterminio approfonditi a Budapest e Belzec.

In Puglia il progetto, promosso dall’omonima associazione nazionale, si avvale del totale contributo dell’associazione culturale Tdf Mediterranea, da anni presente sul territorio in tema di legalità, mobilità e cittadinanza attiva ed è reso possibile anche grazie al supporto dei docenti dell’Università del Salento - Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo e alla collaborazione con la  compagnia di improvvisazione teatrale ‘Improvvisart’ che, da anni, affianca i partecipanti nelle tappe.  

 

Musei Accoglienti - Incursioni teatrali in abiti d'epoca al Museo Castromediano di Lecce il 26 gennaio a Lecce 

 

Presentazione del progetto “MUSEI ACCOGLIENTI”

Venerdì 26 gennaio - ore 17:00

Museo Sigismondo Castromediano di Lecce.

Si richiede ad ognuno di portare per sé calzini caldi e puliti e un plaid. 

 

In un contesto in continua evoluzione, i Musei non posso continuare a essere isole ma devono diventare nodi di un sistema relazionale. Luoghi in cui trovare opere d’arte ma anche luoghi di scoperta, in cui si può studiare in silenzio oppure conversare e confrontarsi, in cui proiettarsi nella contemporaneità attraverso l'antico. Perché questo accada, però, è indispensabile che i musei siano aperti, in sintonia con ciò che li circonda, funzionali a un contesto che è cambiato, in una parola: accoglienti. Ed è proprio sull’accoglienza che si gioca la sfida della Regione Puglia, dalla cultura al turismo, che venerdì 26 gennaio, alle ore 17, nel Museo Sigismondo Castromediano di Lecce, presenterà il progetto “Musei Accoglienti”. Perché la tutela, insieme alla valorizzazione e alla fruizione dei beni, delle attività, e dei valori della cultura, devono tornare a essere al centro degli obiettivi di crescita civile, sociale ed economica dei nostri territori. Perché la cultura, oggi più che mai, rappresenta un’opportunità di speranza in più, un bene comune primario, come l’acqua, come l’aria.

Con “Musei Accoglienti” i Musei civici di Lecce e Brindisi diventano presidi di comunità. “Musei accoglienti” inaugura, dunque, un nuovo percorso di partecipazione in cui “il pubblico/i pubblici” diventa/diventano protagonisti di un vero e proprio cambiamento che impone una co-responsabilità di visione sulla tutela, la fruizione e la valorizzazione dell’immenso patrimonio pugliese. E proprio nell’ottica della condivisione, dell’interazione e del rilancio del sistema bibliomuseale il progetto regionale vedrà una prima azione sperimentale destinata ai migranti/rifugiati residenti tra Lecce e Brindisi che, insieme agli operatori culturali dipendenti del Museo Sigismondo Castromediano di Lecce (capofila) e del Museo Ribezzo di Brindisi, e agli studenti dell’Università del Salento, saranno impegnati nella co-progettazione di nuovi percorsi di visita all’interno dei Musei. I partecipanti saranno formati da professionisti del settore, con una metodologia peer to peer, e preparati anche per diventare “mediatori” al patrimonio dei due Musei.

Ciascun museo ha la sua storia, la sua memoria, la sua anima. Il Museo Castromediano ne ha una speciale. Un’anima antica e moderna allo stesso tempo che partendo dall’800 e passando per gli anni ‘70, vive ancora oggi e alberga tra le sale, le vetrine, gli oggetti e le persone che abitano il museo. Durante la presentazione ci sarà un intervento artistico della compagnia Improvvisart che, attraverso delle vere e proprie incursioni teatrali, la rivelerà raccontando storie, aneddoti e segreti. L'iniziativa di Improvvisart, cooperativa specializzata in interventi artistici per la valorizzazione dei musei, dei beni culturali, storici e ambientali fin dal 2011, è un'attività classificabile come “Edutainment” una formula anglosassone utilizzata nei musei e dei luoghi di interesse culturale italiani, che coniuga apprendimento e intrattenimento, storia, arte e teatralizzazione. Il valore aggiunto di questa esperienza sta nel fatto che lo scopo dell’edutainment è usare lo spettacolo come formula e linguaggio per far dialogare pubblico, storia e beni culturali.

Il progetto, finanziato dalla Regione Puglia - Assessorato all’Industria turistica e culturale attraverso il Teatro Pubblico Pugliese, s’inserisce all’interno della Riforma del Sistema dei Musei e delle Biblioteche delle Province che ha visto il trasferimento alla Regioni delle funzioni in materia di valorizzazione del patrimonio bibliomuseale. “Museo Accoglienti” si avvale di un partenariato di grande rilievo e spessore che include, oltre al Teatro Pubblico Pugliese, il CIR - Consiglio Italiani per i rifugiati, ECCOM - Centro Europeo per l’Organizzazione e il Management Culturale, Swapmuseum. Ma il progetto, che è soprattutto percorso di ricerca, è aperto a nuove collaborazioni che saranno sviluppate nel corso delle attività.

 

 

Settimana della Memoria al Museo Ferroviario della Puglia dal 21 al 27 gennaio a Lecce

 

Settimana della Memoria 2018 al Museo Ferroviario di Puglia

Dal 21 al 27 gennaio 2018

Museo Ferroviario di Puglia, via Codacci Pisanelli, 3 – Lecce
Ingresso gratuito. Info e prenotazioni: 335 639716
www.improvvisart.com

 

“Settimana della Memoria al Museo Ferroviario di Puglia”: domenica 21 gennaio inaugurazione mostra “La follia umana” di Massimiliano Spedicato e incursioni teatrali sul tema della Shoa a cura di Improvvisart.

Dal 21 al 27 gennaio (ingresso gratuito) in ricordo dell’Olocausto e per contribuire alla sensibilizzazione delle nuove generazioni affinchè non avvengano mai più tali orrori, l’A.i.s.a.f. (Associazione Italiana Salentina Amici delle Ferrovie), nell’ambito delle varie iniziative promosse dal Comune di Lecce, organizza dal 21 al 27 gennaio 2018 alcune attività sul tema della Shoa presso il Museo Ferroviario della Puglia.

La settimana si aprirà domenica 21 gennaio, alle ore 18.00, con la presentazione del reportage fotografico di Massimiliano Spedicato, effettuato a Auschwiz-Birkenau, intitolato “La Follia Umana”, che potrà essere visitata sino al 27 gennaio, nei giorni di apertura del Museo Ferroviario. Per l’occasione, alcuni carri merci presenti nel Museo, ospiteranno proiezioni e ricostruzioni della fabbrica dello sterminio. Tutta la serata del 21 gennaio, verrà animata dalle incursioni teatrali a tema curate dalla compagnia Improvvisart.

Sabato 27 gennaio, a chiusura della settimana della memoria, è prevista la proiezione gratuita del film “Train de Vie”, le tragicomiche peripezie di un gruppo di ebrei rumeni che cercano di raggiungere il confine con l’URSS allestendo un finto convoglio di deportati.

 

IMPROVVISART società cooperativa Partita I.V.A.: 04218160754 | Credits: ITC Advisor